Anna, calciatori e mafia indiana: le nuove serie Netflix

Luglio è il mese di Netflix. Mentre le altre piattaforme sembrano essere andate già in vacanza, il colosso dello streaming americano è più scatenato che mai. Vediamo insieme  quali sono le uscite più interessanti, con un recap di quanto uscito in questa settimana molto ricca di contenuti.

In questi giorni la Juventus è sulla bocca di tutti dopo l’acquisto a titolo definitivo di Cristiano Ronaldo. Con tempismo quasi perfetto, proprio dal 6 luglio è uscita la seconda parte del docu-reality First Team Juventus. Si tratta della prima serie televisiva on demand a livello mondiale incentrata su un club di calcio, a cui, come ricorderà chi ci segue, ne sono seguite altre, sul Real Madrid ed il Manchester City ad esempio. Nata da una coproduzione italo-americana, la serie conta 6 episodi da 40 minuti focalizzati sulla stagione sportiva appena conclusa del club torinese. La voce narrante – nella versione originale – è quella di D.B. Sweeney, celebre attore e doppiatore statunitense. La narrazione in sè non tratta solo le vicende sportive, ma forse addirittura maggiormente le vicende private dei singoli giocatori e dell’allenatore Massimiliano Allegri fuori dal campo. I primi tre episodi erano stati rilasciati a febbraio mentre, ora che la stagione è finita, è tempo degli ultimi tre.

First Team Juventus

Sempre il 6 luglio è uscita la seconda stagione della serie Chiamatemi Anna, adattamento per il piccolo schermo del romanzo Anna dai capelli rossi della scrittrice canadese Lucy Maud Montgomery: anche se la maggior parte di voi ricorderanno il cartone animato, in voga ormai un paio di decenni fa. La piccola orfanella pel di carota è interpretata in questa serie da Amybeth McNulty, giovane attrice irlandese. Prodotta in Canada da CBC Television e distribuita a livello internazionale da Netflix, la prima stagione era composta di 7 episodi, mentre questa seconda ne annovera ben 10. Siamo sicuri che almeno qualcuno di voi si farà tentare dalla nostalgia.

Netflix non era sbarcata in India? È presto fatto. Sacred Games è la prima serie originale Netflix indiana (ben 6 sono però già in produzione!). Tratta dal romanzo omonimo di Vikram Chandra, la serie racconta il mondo della malavita di Mumbai/Bombay, città nella quale il poliziotto Sartaj Singh cerca di mettere le mani sul signore del crimine Ganesh Gaitonde, latitante da oltre 16 anni. Quando le loro strade si incrociano però, diventeranno parte di un disegno molto più grande di quello che entrambi credevano di conoscere. Il cast è composto, chiaramente, di soli attori indiani tra cui spiccano Saif Ali Khan e Rhadika Apte, volti noti di Bollywood. Se siete interessati ad un viaggio nell’underworld indiano, potete partire: infatti la prima stagione è disponibile dal 6 luglio.