Da The Magic Order a Il supplente: la serialità tra fumetti e factual

the magic order

NETFLIX

Di storie per lo schermo tratte dai fumetti siamo ormai abituati a vederne una dopo l’altra; ma questa volta Netflix ha deciso di lanciarsi direttamente anche nel mondo delle tavole disegnate. Per la prima volta in assoluto infatti, il colosso americano è pronto a rilasciare una storia a fumetti, intitolata The Magic Order, disponibile in streaming – pardon, in edicola – dal 13 giugno. La trama, come si evince dal titolo, ruota intorno al mondo della magia e in particolare verte su cinque famiglie di maghi che hanno il compito segreto di proteggere il mondo dalle forze del male. Alla sceneggiatura uno dei creatori delle più seguite storie della Marvel, Mark Millar (Civil War), e lo stesso vale per i disegni ad opera di Oliverl Coipel (Avengers). Il fumetto è stampato da Image Comics, recentemente acquisita proprio da Netflix per espandere la sua libreria di contenuti originali. Non abbiamo dubbi, film e serie tv seguiranno a breve. Per il momento però, se non volete perdervi questa storia, vi conviene ordinare il fumetto al più presto, perché è stato annunciato che la tiratura è in edizione limitata, senza ristampe: altro aspetto di una operazione alquanto curiosa, ma che potrebbe dare il via ad una nuova forma di contaminazione fra schermo e tavole disegnate.

Si sa, il sogno di diventare uno sportivo non sempre va a buon fine e quando non si realizza il futuro può prendere innumerevoli strade: certo, può sempre andare meglio di come è andata a Colt, che non essendo riuscito a diventare un giocatore di football professionista, è tornato a casa in Colorado per aiutare suo padre e suo fratello a gestire il ranch di famiglia. Dal quale prende il nome la serie, The Ranch appunto. La sit-com ha come protagonista Ashton Kutcher (Bobbie; The Butterfly Effect), affiancato da Sam Elliott (Butch Cassidy; Il grande Lebowsky). La peculiarità nella distribuzione di questa serie è che non è divisa in stagioni, ma in parti, ognuna composta da 10 episodi di 30 minuti: quella uscita il 15 giugno è la quinta parte.

AMAZON PRIME VIDEO

Ricordate il film Erin Brockovich, tratto da una storia vera, in cui Julia Roberts intenta una azione legale contro un colosso della energia statunitense, la Pacific Gas And Electric, ed ottiene il più grande risarcimento della storia degli Stati Uniti? Ecco, la storia della serie Prime Original Goliath – il cui titolo è chiaramente ispirato alla leggenda di Davide e Golia – la ricorda molto. Il protagonista Billy McBride è infatti un avvocato caduto in rovina che, dopo aver vinto nella prima stagione una importante causa contro la multinazionale Borns Tech, si trova a sfidare un nuovo Golia, nelle sembianze di un grande giro che mescola droga, affari immobiliari e politica nei sobborghi malfamati di Los Angeles. Billy Bob Thornton, interprete di Billy McBride, ha vinto il Golden Globe come miglior attore in una serie drammatica per la prima stagione: ora, dal 15 giugno, proverà a ripetersi nella seconda, sempre su Amazon Prime Video. Nel cast del nuovo ciclo di puntate ad affiancarlo anche Mark Duplass (Togetherness; Room 104) e Ana De La Reguera (Narcos). La serie è stata creata da David E. Kelley (Ally McBeal) e Jonathan Shapiro (The Practice).

goliath

RAIPLAY

Le scuole sono finite e gli esami di maturità si avvicinano: su RAI2 però si torna sui banchi con la prima stagione de Il supplente. Più che una vera e propria serie tv è un programma televisivo – un factual, in gergo – ma con indubbi elementi narrativi e di scrittura. Il format racconta una giornata di un vip che veste i panni di un sostituto professore in un istituto superiore: Enrico Mentana, Roberto Saviano, J-Ax e Mara Maionchi sono i volti della prima stagione che si confrontano con studenti di tutta Italia, dal liceo classico a quello linguistico. Nella prima puntata a sedere in cattedra sono Saviano e la Maionchi. La serie, prodotta da Palomar (Il Commissario Montalbano), è composta da 3 episodi da 60 minuti ed andrà in onda su RAI2 in prime time per tre settimane a partire da mercoledì 13 giugno. Ovviamente sarà disponibile anche per la fruizione nel momento desiderato grazie all’app e al sito di RAIPlay.

il supplente